Una Luce per il Nepal

Una Luce per il Nepal
Explora for Nepal Relief

domenica 11 ottobre 2015

Extreme Malangur Expedition 2015 ai blocchi di partenza.

Extreme Malangur Expedition 2015 ai blocchi di partenza.

Esplorazione e Cooperazione nella nuova spedizione dell’Explora Nunaat international Team in Nepal.

Un Progetto di ricerca ed esplorazione in una delle ultime frontiere dell’alpinismo himalayano.  



Parte Lunedì 12 Ottobre la Spedizione Italiana Extreme Malangur 2015. Tutto è pronto nel Team di Explora Nunaat International per il ritorno in Nepal con una nuova spedizione che coniuga esplorazione e cooperazione, all’insegna della solidarietà e della ricerca scientifica.

La Spedizione porterà il Team Explora nell’area del Rolwaling Himal, tra remoti villaggi di Simigaon, Beding, Na, attraverso le foreste verticali del Gaurishankar, dai 1000 metri ai 3600 metri, alla ricerca dello Yeti - Gigantopiteco.

In ambienti remoti e selvaggi abitati dal cobra reale, da ragni giganti, sanguisughe e scimmie, la Spedizione italiana proseguirà per poi lasciarsi alle spalle l'ultimo villaggio estivo di Na a 4180 metri, dirigendosi nel profondo ghiacciaio Drolambau estremo, luogo himalayano, dove la presenza-credenza Sherpa dell’ “uomo delle nevi” è realtà e non leggenda.

Tali montagne vengono nominate sulle mappe nepalesi: Malangur che significa “grande scimmia”.


Davide Peluzzi, Presidente Explora Nunaat International: «L’esplorazione del Drolambau, non rappresenterà solo una "conquista" geografica ma anche un ampliamento delle possibilità di sviluppo economico per gli Sherpa della Rolwaling. Inoltre cercheremo di comprendere il motivo dell'abbandono del villaggio di Bomdok situato a 4800 metri in relazione ai cambiamenti climatici. Tale ricerche negli anni 2011 e 2013 ci hanno condotto nel 2015 ad ampliare le esplorazioni nel campo della conoscenza dei "misteri" dell'Himalaya, come nella ricerca del Gigantopitecus e della sua estinzione o presenza nelle valli perdute delle montagne Malangur dell'Everest».

La terza parte della spedizione ha un risvolto umanitario: il progetto prevede infatti l'ampliamento dell'acquedotto nel villaggio di Jagat iniziato nel 2013-14, in collaborazione con la SRDC del Prof. Prem K. Khatri e verrà data continuità e rafforzamento della promessa di Gemellaggio tra il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco Nazionale nepalese del Gaurishankar Everest.

Dall’indomani del terribile terremoto del 25 Aprile scorso, Explora Nunaat International è fortemente impegnata nell’attività di ricostruzione nella Valle del Rolwaling, in Nepal.

L’esplorazione della Rolwaling Himal si svolgerà in collaborazione con il team degli amici DREAMERS DESTINATION di Mingma G. Sherpa.

Tra le varie tappe della Spedizione è previsto un collegamento in diretta satellitare con la RAI e con Radio Deejay nella giornata del 20 Ottobre.

Extreme Malangur 2015 è una missione “Unica”, che lega l'avventura, la ricerca, gli aiuti umanitari e le creatività, trasmettendo la conoscenza del pianeta Terra ai giovani per un mondo migliore, con una "visione" che unisce il passato ed il futuro, con un messaggio universale di Pace e Fratellanza tra i Popoli d'Italia e del Nepal.


Il Team Explora è costituito da: Davide Peluzzi - Capo Spedizione; Gaetano Di Blasio - Vice Capo Spedizione Alpinismo; Giorgio Marinelli -  Vice Capo Spedizione Logistica; Giuliano Di Marco - Alpinista e Logistica; Marco Di Marcello - Biologo - Ass. Guida - Traduttore; Giuseppe De Angelis - Logistica; Federico Di Felice - Logistica; Luca Natali - Archeologo - Resp. Riprese video - Ass. prelievi DNA; Marco Sazzini - Responsabile scientifico DNA - Ricercatore BiGeA; Emanuele Marafante - Resp. riprese video Droni; dr.Paolo Cocco, Vice Sindaco di Fara San Martino Chieti presente nelle prime due settimane per l’attivazione del gemellaggio con il villaggio di Beding nella Rolwaling.


Gli Sponsor della Spedizione Extreme Malangur 2015 sono:

- Sponsor della Spedizione Extreme Malangur 2015: UBISOFT Italia e Mico Sport.

- Sponsor tecnico della EXTREME MALANGUR EXPEDITION la Ditta COMA di Lolli Adriano… per riprese estreme ai "limiti" della Luce: la Ditta KONG per la fornitura delle placche d’acciaio per la messa in sicurezza della parete del ghiacciaio Drolambau; JMotion per la realizzazione ed editing di filmati.

- L’azienda BIO APTA sarà a fianco dell'Explora e delle popolazioni d'Himalaya con la donazioni di creme per l'altissima quota.

- Anche quest'anno il gruppo INTERMATICA SPA è partner per la comunicazione satellitare
dell'Explora nella Extreme Malangur Expedition 2015.




*Design Logo by Gabriella Ferrajoli




sabato 10 ottobre 2015

Parco Nazionale Gran Sasso - Laga solidale con la missione umanitaria dell’Associazione Explora

Assergi 08/10/2015 _ Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga saluta ed augura il miglior successo al team dell'associazione "Explora Nunaat International" guidato dal suo Presidente, Davide Peluzzi, che da lunedì 12 ottobre effettuerà una nuova spedizione esplorativa ed umanitaria in Nepal, con l'obiettivo di portare aiuti  alle popolazioni  colpite dal devastante terremoto ma anche per effettuare nuovi studi scientifici sull’etnia sherpa e per ricercare tracce dell'esistenza dello Yeti.

Nell'alveo di una proficua collaborazione ed unione di intenti che prosegue ormai da diversi anni e che ha condotto, nel 2014, a stipulare un protocollo d'intesa con il nepalese Parco nazionale del Gaurishankar, ma anche sulla scia di quanto concordato in occasione della visita al Parco di Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, ambasciatori per il dopo terremoto in Himalaya, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga ha condiviso con l'associazione Explora una campagna di comunicazione a sostegno dei territori e dei villaggi "dimenticati" della Valle del Rolwaling, aiutando a diffondere il messaggio che visitare il Nepal sia un modo per sostenerne l’economia prevalentemente turistica e realizzando insieme a tal proposito il progetto promozionale "Visit Nepal to help Nepal".

Il Prof. Domenico Nicoletti, Direttore dell'Ente, ha dichiarato il proprio più convinto interesse per la spedizione "Extreme Malangur 2015", apprezzandone gli alti valori umanitari e culturali ed esprimendo l'intento di dare seguito alla collaborazione avviata e futura concretezza al gemellaggio con il Parco nazionale del Gaurishankar.  

lunedì 27 luglio 2015

Parte la Campagna di Comunicazione a sostegno della Rolwaling

Sulla base di quanto concordato con l'associazione "Explora Nunaat International" in occasione della visita al Parco di Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, e delle intese contenute nel gemellaggio con il nepalese Parco nazionale del Gaurishankar, è partita la campagna di comunicazione a sostegno dei territori e dei villaggi terremotati della Valle del Rolwaling.

Un poster appositamente realizzato dal grafico del Parco in collaborazione con il Presidente dell'Explora Davide Peluzzi, qui pubblicato, sarà utilizzato per veicolare il messaggio che visitare il Nepal sia un modo per sostenere le economie turistiche dei territori himalayani. Lo slogan "Visit Nepal to help Nepal", sarà diffuso nei prossimi giorni a Fonte Cerreto, presso l'ampio pubblico internazionale che frequenterà il villaggio della "Gran Sasso Skyrace" in programma dal 31 luglio al 2 agosto.

venerdì 24 luglio 2015

Gli Sherpa in visita nell'area Gran Sasso - Laga. Rassegna Stampa.


NEWS TOWN
Due sherpa sul Gran Sasso per sostenere il rilancio dell'Himalaya dopo il sisma
Due sherpa in Abruzzo per rafforzare il gemellaggio tra il Parco nazionale Gran Sasso Laga e il Parco nazionale del Gaurishankar, in Nepal, territori entrambi colpiti dal terremoto.


Il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga terrà fede al gemellaggio stretto lo scorso anno con il Parco Nazionale del Gaurishankar, in Nepal, e sosterrà la promozione del turismo in Himalaya, al fine di favorire la ripresa dell'economia turistica e la ricostruzione dei villaggi in quota nella valle del Rolwaling, colpita dal devastante terremoto del 25 aprile scorso.
E' questo l'impegno scaturito da un intenso ed emozionante incontro che si è tenuto oggi ad Assergi, frazione dell'Aquila, tra il Parco e le guide himalayane Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, rappresentanti del Mount Everest Summitters Club per la valle del Rolwaling, che hanno descritto le condizioni dei villaggi himalayani d'alta quota, "dimenticati", perché lontani e difficilmente raggiungibili dagli aiuti governativi, lanciando un appello in soccorso delle comunità che abitano la valle.
Ad Assergi le guide sono state accompagnate da Davide Peluzzi, presidente dell'associazione Explora Nunaat International, unica organizzazione non profit italiana ufficialmente riconosciuta dal governo nepalese per gli interventi operativi di fundraising a favore della ricostruzione.
I due sherpa sono tra i più qualificati esponenti dell'alpinismo himalaiano ed hanno all'attivo diversi record personali. Migma Sherpa è l'unico ad aver conquistato un 8000 nel 2015: l'Annapurna, aprendo una nuova via denominata Rolwaling Route, mentre al ventiquattrenne Phurba T. Sherpa appartiene il primato di aver scalato nove volte l'Everest, a fronte della sua giovanissima età. Anche per tali ragioni le guide sono state nominate ambasciatori per il turismo dal governo nepalese e sono impegnate a diffondere lo slogan Visit Nepal to help Nepal ("Visitate il Nepal per aiutare il Nepal").
L'Ente Parco, tramite il consigliere Graziano Ciapanna, ha raccolto l'appello, impegnandosi a individuare le forme più idonee di intervento, sulla base di quanto concordato nel protocollo d'intesa. Il direttore facente funzioni del Parco, Silvia de Paulis, nel suo intervento ha ricordato il terremoto dell'Aquila del 2009 e riflettuto come economie prevalentemente turistiche come quelle montane, in Himalaya come sul Gran Sasso, possono essere aiutate trasmettendo il messaggio che i loro territori siano in condizioni di accogliere i turisti e che visitarli equivalga dunque a sostenerne la ripresa.
"Per tali ragioni - si legge in una nota dell'ente - il Parco si impegnerà fin da subito a divulgare le qualità ambientali e culturali della Rowaling attraverso i propri canali di comunicazione istituzionali e nell'ambito delle future iniziative promozionali".


ALL NEWS ABRUZZO

‘Terremoto in Himalaya – Una luce per la Rolwaling’ iniziativa ad Assergi

Al parco Gran Sasso Laga incontro con Migma G. Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa ambasciatori del Nepal


ASSERGI - Lunedì 6 luglio, alle ore 11, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga riceverà ad Assergi una delegazione nepalese, composta dalle guide, in rappresentanza del Mount Everest Summitters Club per la valle della Rolwaling. I referenti dell'organizzazione umanitaria saranno ricevuti dal Consigliere Graziano Ciapanna, in rappresentanza del Presidente Arturo Diaconale e del Consiglio Direttivo del Parco. Una presenza tanto più simbolica, per gli appassionati dell'alpinismo, quella di Migma Sherpa: l'unico, per il 2015, ad aver conquistato un 8000: l'Annapurna, con una nuova via a fine inverno denominata "Rolwaling Route". L'incontro si realizza grazie all'impegno dell'associazione "Explora Nunaat International", presieduta da Davide Peluzzi ed attiva su diversi fronti, a livello nazionale, con iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi a sostegno delle popolazioni gravemente colpite dal terremoto del Nepal, perseguendo in particolare l'obiettivo di ricostruire alcuni villaggi andati distrutti nella Valle del Rolwaling. Proprio in tale area l'associazione opera da diversi anni ed effettuerà una nuova spedizione esplorativa ed umanitaria l'autunno prossimo. Il coinvolgimento di Exlora ha fatto sì che già nel 2014 si giungesse ad attuare un gemellaggio tra il nepalese Parco Nazionale del Gaurishankar ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Il gemellaggio è stato firmato dal presidente Diaconale che ha ricevuto per questo una Medaglia del Presidente della Repubblica. All'indomani del sisma, inoltre, gli stessi dipendenti del Parco si sono attivati con una raccolta fondi, i cui proventi sono stati devoluti all'Associazione Explora per i suoi intenti umanitari in Nepal. L'appello per i villaggi d'alta quota della Rolwaling Himal, lanciato da Migma Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa, echeggerà nei prossimi giorni all'interno della manifestazione "Interamnia World Cup", sia nella parata di apertura del 5 luglio sia durante la manifestazione "Pietre e Popoli del Mondo" che si terrà a Civitella del Tronto. Sempre a Teramo, il 3 luglio, alle ore 17.30, alla Sala San Carlo del Museo Archeologico, gli Sherpa racconteranno la loro esperienza di sopravvissuti alla valanga dell'Everest. L'indomani saranno ricevuti dal Comune di Lanciano e a seguire da quello di Fara San Martino (CH) al fine di attivare gemellaggi con il villaggi d'alta quota di Beding e Na per ricostruirne le case distrutte dal sisma.

L'Impronta L'Aquila

Terremoto in Himalaya: Parco Gran Sasso riceve Sherpa ambasciatori del Nepal

2 luglio 2015


Lunedì 6 luglio, alle ore 11, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga riceverà ad Assergi una delegazione nepalese, composta dalle guide, in rappresentanza del Mount Everest Summitters Club per la valle della Rolwaling. I referenti dell’organizzazione umanitaria saranno ricevuti dal Consigliere Graziano Ciapanna, in rappresentanza del Presidente Arturo Diaconale e del Consiglio Direttivo del Parco. Una presenza tanto più simbolica, per gli appassionati dell’alpinismo, quella di Migma Sherpa: l’unico, per il 2015, ad aver conquistato un 8000: l’Annapurna, con una nuova via a fine inverno denominata “Rolwaling Route”.
L’incontro si realizza grazie all’impegno dell’associazione “Explora Nunaat International”, presieduta da Davide Peluzzi ed attiva su diversi fronti, a livello nazionale, con iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi a sostegno delle popolazioni gravemente colpite dal terremoto del Nepal, perseguendo in particolare l’obiettivo di ricostruire alcuni villaggi andati distrutti nella Valle del Rolwaling. Proprio in tale area l’associazione opera da diversi anni ed effettuerà una nuova spedizione esplorativa ed umanitaria l’autunno prossimo.
Il coinvolgimento di Exlora ha fatto sì che già nel 2014 si giungesse ad attuare un gemellaggio tra il nepalese Parco Nazionale del Gaurishankar ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Il gemellaggio è stato firmato dal presidente Diaconale che ha ricevuto per questo una Medaglia del Presidente della Repubblica. All’indomani del sisma, inoltre, gli stessi dipendenti del Parco si sono attivati con una raccolta fondi, i cui proventi sono stati devoluti all’Associazione Explora per i suoi intenti umanitari in Nepal.
L’appello per i villaggi d’alta quota della Rolwaling Himal, lanciato da Migma Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa, echeggerà nei prossimi giorni all’interno della manifestazione “Interamnia World Cup”, sia nella parata di apertura del 5 luglio sia durante la manifestazione “Pietre e Popoli del Mondo” che si terrà a Civitella del Tronto.
Sempre a Teramo, il 3 luglio, alle ore 17.30, alla Sala San Carlo del Museo Archeologico, gli Sherpa racconteranno la loro esperienza di sopravvissuti alla valanga dell’Everest. L’indomani saranno ricevuti dal Comune di Lanciano e a seguire da quello di Fara San Martino (CH) al fine di attivare gemellaggi con il villaggi d’alta quota di Beding e Na per ricostruirne le case distrutte dal sisma.


PARKS.IT
'Una luce per la Rolwaling': incontro con Migma Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa ambasciatori del Nepal
(Assergi, 02 Lug 15)


Lunedì 6 luglio, alle ore 11, il Parco riceverà ad Assergi una delegazione nepalese, composta dalle guide Migma Sherpa e  Phurba Tenzing Sherpa, in rappresentanza del Mount Everest Summitters Club per la valle della Rolwaling. I referenti dell'organizzazione umanitaria saranno ricevuti dal Consigliere Graziano Ciapanna, in rappresentanza del Presidente Arturo Diaconale  e del Consiglio Direttivo del Parco. Una presenza tanto più simbolica, per gli appassionati dell'alpinismo, quella di Migma Sherpa: l'unico, per il 2015, ad aver conquistato un 8000: l'Annapurna, con una nuova via a fine inverno denominata "Rolwaling Route".
L'incontro si realizza grazie all'impegno dell'associazione "Explora Nunaat International", presieduta da Davide Peluzzi ed attiva su diversi fronti, a livello nazionale, con iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del Nepal, perseguendo in particolare l'obiettivo di ricostruire alcuni villaggi andati distrutti nella Valle del Rolwaling. Proprio in tale area l'associazione opera da diversi anni ed effettuerà una nuova spedizione esplorativa ed umanitaria l'autunno prossimo.
Il coinvolgimento di Exlora ha fatto sì che già nel 2014 si giungesse ad attuare un gemellaggio tra il nepalese Parco Nazionale del Gaurishankar ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Il gemellaggio è stato firmato dal presidente Diaconale che ha ricevuto per questo una Medaglia del Presidente della Repubblica. All'indomani del sisma, inoltre, gli stessi dipendenti del Parco si sono attivati con una raccolta fondi, i cui proventi sono stati devoluti all'Associazione Explora per i suoi intenti umanitari in Nepal.
L'appello per i villaggi d'alta quota della Rolwaling Himal, lanciato da Migma Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa, echeggerà  anche all'interno della manifestazione "Interamnia World Cup", sia nella parata di apertura del 5 luglio sia durante la manifestazione "Pietre e Popoli del Mondo" che si terrà a Civitella del Tronto.
Sempre a Teramo, domani 3 luglio, alle ore 17.30, alla Sala San Carlo del Museo Archeologico, gli Sherpa racconteranno la loro esperienza di sopravvissuti alla valanga dell'Everest.  L'indomani saranno ricevuti dal Comune di Lanciano e a seguire da quello di Fara San Martino (CH) al fine di attivare gemellaggi con il villaggi d'alta quota di Beding e Na per ricostruirne le case distrutte dal sisma.

MOUNTAIN BLOG
TERREMOTO IN HIMALAYA. Ambasciatori del Nepal al Parco Gran Sasso
6 luglio 2015


“TERREMOTO IN HIMALAYA – UNA LUCE PER LA ROLWALING”: INCONTRO CON MIGMA G. SHERPA E PHURBA TENZING SHERPA AL PARCO GRAN SASSO

Lunedì 6 luglio, alle ore 11, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga riceverà ad Assergi una delegazione nepalese, composta dalle guide, in rappresentanza del Mount Everest Summitters Club per la valle della Rolwaling.
I referenti dell’organizzazione umanitaria saranno ricevuti dal Consigliere Graziano Ciapanna, in rappresentanza del Presidente Arturo Diaconale e del Consiglio Direttivo del Parco. Sarà presente Migma Sherpa: l’unico ad aver conquistato un 8000 nel 2015: l’Annapurna, con una nuova via a fine inverno denominata “Rolwaling Route”.
L’incontro si realizza grazie all’impegno dell’associazione “Explora Nunaat International“, presieduta da Davide Peluzzi ed attiva su diversi fronti, a livello nazionale, con iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi a sostegno delle popolazioni gravemente colpite dal terremoto del Nepal, perseguendo in particolare l’obiettivo di ricostruire alcuni villaggi andati distrutti nella Valle del Rolwaling. Proprio in tale area l’associazione opera da diversi anni ed effettuerà una nuova spedizione esplorativa ed umanitaria l’autunno prossimo.
Il coinvolgimento di Explora ha fatto sì che già nel 2014 si giungesse ad attuare un gemellaggio tra il nepalese Parco Nazionale del Gaurishankar ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

ALTRI INCONTRI

L’appello per i villaggi d’alta quota della Rolwaling Himal, lanciato da Migma Sherpa e Phurba Tenzing Sherpa, echeggerà nei prossimi giorni all’interno della manifestazione “Interamnia World Cup”, sia nella parata di apertura del 5 luglio sia durante la manifestazione “Pietre e Popoli del Mondo” che si terrà a Civitella del Tronto.
Sempre a Teramo, il 3 luglio, alle ore 17.30, alla Sala San Carlo del Museo Archeologico, gli Sherpa racconteranno la loro esperienza di sopravvissuti alla valanga dell’Everest. L’indomani saranno ricevuti dal Comune di Lanciano e a seguire da quello di Fara San Martino (CH) al fine di attivare gemellaggi con il villaggi d’alta quota di Beding e Na per ricostruirne le case distrutte dal sisma.


L'AQUILA BLOG
“Visitare il Nepal per aiutare il Nepal”: Parco Gran Sasso sosterrà il rilancio del turismo in Himalaya nel dopo terremoto
7 luglio 2015


Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga terrà fede al gemellaggio stretto nel 2014 con il Parco Nazionale del Gaurishankar, in Nepal, e sosterrà la promozione del turismo in Himalaya, al fine di favorire la ripresa dell’economia turistica e la ricostruzione dei villaggi in quota nella valle del Rolwaling.
E’ questo l’impegno scaturito da un intenso ed emozionante incontro che si è tenuto oggi ad Assergi tra il Parco e le guide himalayane Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, rappresentanti del Mount Everest Summitters Clubper la valle del Rolwaling, che hanno descritto le condizioni dei villaggi himalayani d’alta quota, “dimenticati”, perché lontani e difficilmente raggiungibili dagli aiuti governativi, lanciando un appello in soccorso delle comunità che abitano la valle.
Ad Assergi le guide sono state accompagnate da Davide Peluzzi, presidente dell’Associazione Explora Nunaat International, unica organizzazione no profit italiana ufficialmente riconosciuta dal Governo nepalese per gli interventi operativi di fundraising a favore della ricostruzione.
I due Sherpa sono tra i più qualificati esponenti dell’alpinismo himalaiano ed hanno all’attivo diversi record personali. Migma Sherpa è l’unico ad aver conquistato un 8000 nel 2015: l’Annapurna, aprendo una nuova via denominata “Rolwaling Route”, mentre al ventiquattrenne Phurba T. Sherpa appartiene il primato di aver scalato nove volte l’Everest, a fronte della sua giovanissima età. Anche per tali ragioni le guide sono state nominate ambasciatori per il turismo dal governo nepalese e sono impegnate a diffondere lo slogan “Visit Nepal to help Nepal (Visitate il Nepal per aiutare il Nepal).
L’Ente Parco, tramite il Consigliere Graziano Ciapanna, ha raccolto l’appello, impegnandosi a individuare le forme più idonee di intervento, sulla base di quanto concordato nel protocollo d’intesa. Il Direttore facente funzioni del Parco, Silvia de Paulis, nel suo intervento ha ricordato il terremoto dell’Aquila del 2009 e riflettuto come economie prevalentemente turistiche come quelle montane, in Himalaya come sul Gran Sasso, possono essere aiutate trasmettendo il messaggio che i loro territori siano in condizioni di accogliere i turisti e che visitarli equivalga dunque a sostenerne la ripresa.
Per tali ragioni il Parco si impegnerà fin da subito a divulgare le qualità ambientali e culturali della Rowaling attraverso i propri canali di comunicazione istituzionali e nell’ambito delle future iniziative promozionali.

GEOS NEWS
“Visitare il Nepal per aiutare il Nepal”: Parco Gran Sasso sosterrà il rilancio del turismo in Himalaya nel dopo terremoto
7 luglio 2015


Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga terrà fede al gemellaggio stretto nel 2014 con il Parco Nazionale del Gaurishankar, in Nepal, e sosterrà la promozione del turismo in Himalaya, al fine di favorire la ripresa dell’economia turistica e la ricostruzione dei villaggi in quota nella valle del Rolwaling.
E’ questo l’impegno scaturito da un intenso ed emozionante incontro che si è tenuto oggi ad Assergi tra il Parco e le guide himalayane Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, rappresentanti del Mount Everest Summitters Clubper la valle del Rolwaling, che hanno descritto le condizioni dei villaggi himalayani d’alta quota, “dimenticati”, perché lontani e difficilmente raggiungibili dagli aiuti governativi, lanciando un appello in soccorso delle comunità che abitano la valle.
Ad Assergi le guide sono state accompagnate da Davide Peluzzi, presidente dell’Associazione Explora Nunaat International, unica organizzazione no profit italiana ufficialmente riconosciuta dal Governo nepalese per gli interventi operativi di fundraising a favore della ricostruzione.
I due Sherpa sono tra i più qualificati esponenti dell’alpinismo himalaiano ed hanno all’attivo diversi record personali. Migma Sherpa è l’unico ad aver conquistato un 8000 nel 2015: l’Annapurna, aprendo una nuova via denominata “Rolwaling Route”, mentre al ventiquattrenne Phurba T. Sherpa appartiene il primato di aver scalato nove volte l’Everest, a fronte della sua giovanissima età. Anche per tali ragioni le guide sono state nominate ambasciatori per il turismo dal governo nepalese e sono impegnate a diffondere lo slogan “Visit Nepal to help Nepal (Visitate il Nepal per aiutare il Nepal).
L’Ente Parco, tramite il Consigliere Graziano Ciapanna, ha raccolto l’appello, impegnandosi a individuare le forme più idonee di intervento, sulla base di quanto concordato nel protocollo d’intesa. Il Direttore facente funzioni del Parco, Silvia de Paulis, nel suo intervento ha ricordato il terremoto dell’Aquila del 2009 e riflettuto come economie prevalentemente turistiche come quelle montane, in Himalaya come sul Gran Sasso, possono essere aiutate trasmettendo il messaggio che i loro territori siano in condizioni di accogliere i turisti e che visitarli equivalga dunque a sostenerne la ripresa.
Per tali ragioni il Parco si impegnerà fin da subito a divulgare le qualità ambientali e culturali della Rowaling attraverso i propri canali di comunicazione istituzionali e nell’ambito delle future iniziative promozionali.


*Rassegna Stampa a cura dell' Ufficio Stampa PNGSL


domenica 19 luglio 2015

VISIT NEPAL to HELP NEPAL

Davide Peluzzi, Presidente Explora Nunaat International: «Dopo la visita in Italia di Mingma Sherpa e Phurba Tenjing Sherpa, con grande piacere vi invio la volontà congiunta del Messaggio fraterno di gemellaggio tra il Parco del Gran Sasso e Monti della Laga, l' Explora "Oltre le Terre Estreme" e Mount Everest Summiters Club, Rolwaling, Dolakha in aiuto per la gente della Rolwaling: per aiutare il Nepal .... visitate il Nepal!».


Foto e Grafica "Parco del Gran Sasso e Monti della Laga".


 

lunedì 6 luglio 2015

“Visitare il Nepal per aiutare il Nepal”: il Parco sosterrà il rilancio del turismo in Himalaya nel dopo terremoto

Assergi 06/07/2015 _ Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga terrà fede al gemellaggio stretto nel 2014 con il Parco Nazionale del Gaurishankar, in Nepal, e sosterrà la promozione del turismo in Himalaya, al fine di favorire la ripresa dell'economia turistica e la ricostruzione dei villaggi in quota nella valle del Rolwaling.
 
E' questo l'impegno scaturito da un intenso ed emozionante incontro che si è tenuto oggi ad Assergi tra il Parco e le guide himalayane Migma G. Sherpa e Phurba T. Sherpa, rappresentanti del Mount Everest Summitters Club per la valle del Rolwaling, che hanno descritto le condizioni dei villaggi himalayani d'alta quota, “dimenticati”, perché lontani e difficilmente raggiungibili dagli aiuti governativi,  lanciando un appello in soccorso delle comunità che abitano la valle.

Ad Assergi le guide sono state accompagnate da Davide Peluzzi, presidente dell'Associazione Explora Nunaat International, unica organizzazione no profit italiana ufficialmente riconosciuta dal Governo nepalese per gli interventi operativi di fundraising a favore della ricostruzione.

I due Sherpa sono  tra i più qualificati esponenti dell'alpinismo himalaiano ed hanno all'attivo diversi record personali. Migma Sherpa è l'unico ad aver conquistato un 8000 nel 2015: l'Annapurna, aprendo una nuova via denominata "Rolwaling Route”, mentre al ventiquattrenne Phurba T. Sherpa appartiene il primato di aver scalato nove volte l'Everest, a fronte della sua giovanissima età. Anche per tali ragioni le guide sono state nominate ambasciatori per il turismo dal governo nepalese e sono impegnate a diffondere lo slogan “Visit Nepal to help Nepal (Visitate il Nepal per aiutare il Nepal).

L'Ente Parco, tramite il Consigliere Graziano Ciapanna, ha raccolto l'appello, impegnandosi a individuare le forme più idonee di intervento, sulla base di quanto concordato nel protocollo d'intesa. Il Direttore facente funzioni del Parco, Silvia de Paulis, nel suo intervento ha ricordato il terremoto dell'Aquila del 2009 e riflettuto come economie prevalentemente turistiche come quelle montane, in Himalaya come sul Gran Sasso, possono essere aiutate trasmettendo il messaggio che i loro territori siano in condizioni di accogliere i turisti e che visitarli equivalga dunque a sostenerne la ripresa.

Per tali ragioni il Parco si impegnerà fin da subito a divulgare le qualità ambientali e culturali della Rowaling attraverso i propri canali di comunicazione istituzionali e nell'ambito delle future iniziative promozionali.